Home > Blog > El Jaleo Flamenco, scoprite questo “palo” (forma) di Malaga
hombre tocando un cajón  jaleo flamenco

Chi non ha mai sentito l’espressione “¡Olé!”? Se siete alla ricerca di una definizione tecnica di cosa sia la Flamenco JaleoNoterete che è sinonimo di confusione, alludendo direttamente a un ambiente rumoroso e vivace. Questo non è affatto strano per noi. Il flamenco è grazia, passione e stile, ma soprattutto è una manifestazione artistica piena di energia che utilizza tutto, dai gesti alle esclamazioni, per esprimerla.

Oggi, in questo articolo, vi spieghiamo quali sono i jaleos del flamencocome sono nati e la loro influenza storica su altri palos sorti successivamente, come le bulerías.

Che cos’è il Jaleo Flamenco?

Quando parliamo di jaleo come palo da flamenco, dobbiamo tenere conto che esistono due tipi di utilizzo. Da un lato, il esclamazioni di euforia che incoraggiano durante la danza che si può sentire se si assiste a uno spettacolo di flamenco jaleo a Malaga… E, d’altra parte, un genere che ha avuto un ruolo importante nel folklore popolare del XIX secolo e che ha introdotto numerosi elementi musicali nel mondo della soleá e delle bulerías.

Oggi, il flamenco di Malaga è una sorta di jotilla o fandango cantato in cadenza andalusa, che comprende anche le espressioni esclamate dagli artisti di flamenco durante lo spettacolo. Tuttavia, anche se può sembrare così, non si tratta di esclamazioni fatte per caso, ma rispondono a una metrica eseguita in modo “insistente”, che la distingue dalle bulerías e la avvicina alla soleá, che deve adattarsi al ritmo di tutti i generi per non rompere la magia che ogni spettacolo di flamenco deve trasmettere.

Quali sono le origini di Jaleo?

Nell’ambito del flamenco, il jaleo ha avuto origine a Jerez de la Frontera, che offriva spettacoli dal sapore andaluso. Nel corso del tempo, si è gradualmente dissolta e ha perso forza, fino a diventare le chuflas e le bulerías emerse all’inizio del XX secolo.

Molti considerano il clamore del flamenco un chiaro predecessore della “soleá” e di molte sue varianti, che caddero in disuso quando si cristallizzarono i relativi stili, ma che i gitani dell’Estremadura riuscirono a far rivivere.

Come ballare il flamenco jaleo

Nel jaleos del flamenco, il metro è molto simile a quello delle bulerías, motivo per cui a volte viene confuso, ma la verità è che questo palo ha frasi e tonalità proprie. Infatti, il jaleo del flamenco di Malaga deve conformarsi a determinate caratteristiche previste dalla sua struttura musicale:

  • Tonalità: le melodie adottano tonalità basate sulla cadenza andalusa e, talvolta, su cadenze tonali.
  • Compás: all’inizio è contrassegnato come una bulería, ma lo stile è più morbido e più simile alla “jotera”.
  • Stanza: normalmente, le cople sono di 3 versi, con testi umoristici, sempre alla ricerca del buon umore e del divertimento.
  • Tacche: la prima battuta è sempre accentata, e può far parte di un tempo 3×4 o 3×8, a seconda della velocità che gli esecutori vogliono raggiungere.

Esempi di Jaleos Flamenco

L’interiezione “¡Olé!” è uno dei jaleos più popolari ed è ancora oggi molto presente. Ma la verità è che possiamo identificare numerosi esempi di jaleo in composizioni popolari spagnole.

Due esempi sono “
En el café de Chinitas” e “Anda jaleo”,
canzoni popolari composte da Federico García Lorca. Entrambe le canzoni furono registrate nel 1931 e riscossero un grande successo, soprattutto grazie alla cantante Encarnación López, nota come “La Argentinita”, che cantava e suonava le nacchere mentre Federico la accompagnava al pianoforte.

In breve, il flamenco jaleo è un palo flamenco che cerca di essere ravvivato con gesti, battiti di mani ed espressioni sonore per incoraggiare i ballerini. Una manifestazione molto artistica per stimolare l’energia che si vive nel flamenco e con la quale il pubblico può identificarsi. Un’espressione d’arte davvero bella per gli amanti di questo genere.

Condividetelo! [sharethis-inline-buttons]

Pubblicazioni in evidenza